Cultura e Spettacolo

Rombo di motori d’epoca, vecchie auto fiammanti e tanta gente in festa. Si è ripetuto lo spettacolo della Mille Miglia, la manifestazione di auto storiche che, partite da Brescia, hanno percorso 1.718 chilometri, mille miglia appunto, lungo le strade d’Italia. Anche quest’anno la rievocazione della mitica corsa del passato ha toccato la nostra città, con la presenza di quattro equipaggi reggiani. La Bugatti T40 gialla di Ivano Frascari di Castellarano e Luciano Teneggi di Baiso è stata accolta con particolare calore al punto di timbratura del passaggio, in corso Garibaldi. Al volante dell’auto Frascari, 77 anni, da anni un appassionato di questa manifestazione motoristica. Le 450 vetture, provenienti da Modena, hanno percorso tutta la via Emilia, dirette a Parma per l’ultima tappa prima del traguardo bresciano. Ancora una volta i reggiani sono scesi in strada per ammirare i gioielli dell’industria automobilistica delle origini. La rievocazione storica ha visto la presenza di 71 case automobilistiche e di equipaggi provenienti da 41 paesi. E il pubblico reggiano si è dimostrato ancora una volta entusiasta.

Molto frequentata anche la notte dei Musei. C’era perfino una visitatrice da Copenaghen entusiasta delle iniziative reggiane. Fa sempre un doppio effetto, positivo, sentire simili parole da persone che abitano in luoghi meta di turismo di massa. Reggio è stata ritenuta interessante davvero da diverse persone, nella ‘Notte europea dei musei’, iniziativa che si ripete da 5 anni a questa parte. 4mila persone hanno trascorso la serata tra le sedi espositive aperte fino alle 23 come la Galleria Parmeggiani, il Museo del Tricolore e quello del Tempio della Beata Vergine della Ghiara. I nottambuli hanno potuto affollare i Musei Civici fino alle 2, luogo che ha fatto il pienone. Le iniziative a palazzo San Francesco sono iniziate già alle 19, proposte organizzate dall’associazione Moon, con il Comune di Reggio. E per portare gente si è pensato a un mix che potesse accontentare giovani e meno giovani, single e famiglie. Dalle visite guidate, a performance di danza dal vivo, a rievocazioni storiche.