La Rosetana vola, il Celano va a ruota

La capolista liquida con un poker di reti un volitivo Castelnuovo

ROSETANA CASTELNUOVO 4 0

ROSETANA: Palena, Sacchetti, Pomponi, Cicconi, Marchetti, Grillo (32′ st Petrella), Scarpantoni, Potacqui (37′ st Castagna), Di Giuseppe (13′ st Iachini), Coletti, Di Matteo. A disposizione: Ciancaglione, Marini, Micolucci, Vannicola. Allenatore: Fanì.

CASTELNUOVO: Ciardelli, Letterese (7′ st Di Felice E.), Stortone, Di Paolo, Del Papa, Di Felice M., Palazzese, Attilii, Di Giammatteo, De Amicis (7′ st Di Giuliantonio), Dell’Olio (1′ st Di Ventura). A disposizione: Recchione, Ridolfi, Del Nibletto, Mancini. Allenatore: Piccioni.

ARBITRO: Fapore dell’Aquila.

RETI: nel pt, 27′ (rigore) e 38′ (rigore) Di Giuseppe; nel st, 22′ Di Matteo e 30′ Coletti.

NOTE: angoli 4-3 per il Castelnuovo. Ammoniti Letterese, De Amicis e Stortone. Espulso, al 26′ pt, Del Papa per fallo da ultimo uomo.

ROSETO. La Rosetana batte con merito il Castelnuovo e conserva il primato in classifica. Il risultato finale, però, non deve trarre in inganno: il passivo accusato degli ospiti è eccessivo per quanto fatto vedere in campo. Infatti, i ragazzi di Piccioni non si sono mai arresi cercando con grinta la via della rete, nonostante abbiano concluso il match in nove uomini. La Rosetana, dal canto suo, ha dimostrato di essere in salute. Ancora una volta l’undici di Fanì ha dimostrato di saper attendere il momento opportuno per colpire. A ciò va aggiunta la splendida condizione di Marcello Di Giuseppe che ha servito assist meravigliosi ai compagni. Al 26′ il primo rigore per i padroni di casa. Di Matteo lanciava Di Giuseppe, che dopo essere entrato in area veniva atterrato da Del Papa; l’arbitro espelleva il giocatore ospite e decretava il penalty, trasformato poi dallo stesso Di Giuseppe. Il Castelnuovo non risentiva dell’inferiorità numerica e al 31′ sfiorava il pareggio con Di Giammatteo. Dopo cinque minuti (36′) secondo rigore per i padroni di casa. Pomponi in area cercava di saltare Letterese, che fermava la sfera con una mano. Dal dischetto Di Giuseppe non falliva, cambiando angolo di tiro. La ripresa iniziava sotto la pioggia e l’undici di Piccioni sfiorava dopo appena un minuto il 2-1: provvidenziale nella circostanza l’intervento di Marchetti nei pressi della linea bianca. La gara scivolava via senza sussulti fino al 22′, quando Potacqui recuperava palla e serviva Di Matteo che saltava Ciardelli e insaccava per il 3-0, chiudendo di fatto la gara. Dopo otto minuti i locali arrivavano alla quarta segnatura con Coletti. Il Castelnuovo non ci stava a perdere così, ma al 39′ rimaneva in nove a causa dell’uscita per infortunio di Palazzese. Soddisfatto mister Daniele Fanì: «È stata una gara difficile, lo sapevamo. Credo che comunque la nostra superiorità sia stata evidente, anche se abbiamo sbloccato il risultato con due calci di rigore, peraltro indiscutibili. La mia squadra è in salute e sta crescendo». Attilio Piccioni, tecnico ospite, ha criticato il comportamento dell’arbitro.

Daniele Vallonchini